sabato 24.06.2017
caricamento meteo
Sections

Cultura, tempo libero

Indagine sugli Istituti di antichità e d’arte e i luoghi di cultura non statali (2006)

Fonte: ISTAT.

La rilevazione

La “Indagine sugli istituti di antichità e d’arte e i luoghi della cultura non statali” è una rilevazione a carattere censuario, che è stata condotta nel corso del 2007 dall’Istituto nazionale di statistica, in collaborazione con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, le Regioni e le Province autonome.

L’indagine è volta a rilevare e diffondere preziose informazioni sui musei e le istituzioni assimilabili non statali presenti sul territorio nazionale, per descriverne caratteristiche strutturali, servizi offerti, attività svolte e livelli di fruizione da parte del pubblico.

Tali informazioni rivestono notevole interesse, perché di ausilio per programmare le politiche di tutela, valorizzazione e promozione del patrimonio culturale della regione, orientare gli investimenti futuri e valutare gli interventi già realizzati a livello locale.

Campo di indagine

Sono oggetto di rilevazione tutti i musei e altri luoghi espositivi a carattere museale (quali pinacoteche, gallerie d’arte senza scopo di lucro, aree e siti archeologici, monumenti e complessi monumentali, centri scientifici e Planetari), sia pubblici che privati, che abbiano i seguenti requisiti:

  • dispongano di beni e/o collezioni permanenti accessibili al pubblico;
  • siano dotati di una organizzazione autonoma delle attività di fruizione (una propria biglietteria, proprie forme tariffarie, un proprio orario di apertura, ecc.);
  • si configurino come istituzioni “non statali”, vale a dire non direttamente dipendenti dalla Direzione Beni Culturali del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

La rilevazione non comprende

Sono, invece, esclusi dalla rilevazione gli istituti che organizzano esclusivamente esposizioni temporanee e/o mostre non permanenti, le gallerie a scopo commerciale, gli istituti non destinati alla pubblica fruizione e quelli che espongono esclusivamente esemplari viventi animali o vegetali (quali orti botanici, giardini zoologici, acquari, riserve naturali, ecoparchi, ecc.).

Partecipazione della Regione Emilia-Romagna

La Regione Emilia-Romagna, in collaborazione con l’Istituto per i Beni Artistici Culturali e Naturali - IBC, ha partecipato all’indagine in qualità di “organo intermedio di rilevazione”, coordinando le attività sul territorio regionale e seguendo alcune fasi della rilevazione.

 

 

Azioni sul documento
Pubblicato il 28/08/2012 — ultima modifica 30/04/2014
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it