Fruizione dei servizi ricettivi

Il turismo, inteso come fruizione del patrimonio materiale e immateriale (paesaggistico, culturale, artistico, ricreativo), è spesso associato all’utilizzo delle strutture ricettive di un territorio.
Le tipologie di turismo si caratterizzano per il diverso numero medio di notti trascorse dai clienti negli esercizi ricettivi.
Valori elevati, corrispondenti alla fruizione degli esercizi per periodi di soggiorno prolungati, si registrano prevalentemente come turismo stagionale nelle regioni costiere e nelle zone montane.
Le permanenze brevi sono, invece, generalmente associate al turismo culturale, in particolare nelle “città d’arte” e al cosiddetto “turismo per affari”.

La durata media del soggiorno è un indicatore della qualità e delle caratteristiche peculiari del turismo di un territorio.

Definizione

La permanenza media è il rapporto tra il numero di notti trascorse (presenze) e il numero dei clienti arrivati nella struttura ricettiva (arrivi).
È escluso l’escursionismo, ossia i movimenti di meno di 24 ore e senza pernottamento.

Gli arrivi corrispondono al numero di clienti, residenti e non residenti, ospitati negli esercizi ricettivi (alberghieri o extra-alberghieri) nel periodo considerato.
Le presenze, invece, corrispondono al numero delle notti trascorse dai clienti, residenti e non residenti, negli esercizi ricettivi.

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?

Piè di pagina