Investimenti in ricerca e sviluppo

Gli investimenti in Ricerca e Sviluppo (R&S), così come il personale impegnato in R&S, sono generalmente considerati, nell’ambito dello studio dei processi di innovazione, essenziali fattori di input, finalizzati alla creazione di nuove conoscenze, che, attraverso le applicazioni, saranno trasformate nell’innovazione vera e propria.

L’indicatore, che esprime la percentuale di investimenti in R&S rapportati al PIL, è uno degli indicatori strutturali fondamentali della strategia Europa2020.

L’obiettivo che l’Unione Europea si è posta per il 2020 è di investire in R&S il 3% del proprio PIL; a l’Italia è chiesto di contribuire a tale target con un investimento sul PIL pari al 1,53%.

Definizione

La spesa in Ricerca e Sviluppo (R&S) include le spese che i soggetti economici presenti sul territorio regionale sostengono per le attività di Ricerca e Sviluppo svolte internamente, a prescindere dalla fonte dei finanziamenti (R&S intra-muros).

All’ammontare della spesa in R&S contribuiscono i soggetti sia pubblici sia privati, ovvero le istituzioni pubbliche, le istituzioni private non profit, le imprese, le università pubbliche e private.

Tale spesa è rapportata al Prodotto Interno Lordo regionale al fine di permettere una migliore comparazione tra i diversi territori.

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?

Piè di pagina