sabato 18.11.2017
caricamento meteo
Sections

Occupati per titolo di studio

L’indicatore intende fornire una misura della “qualità” dell’occupazione, soprattutto in relazione alla capacità di concorrere allo sviluppo dei settori produttivi a più alto valore aggiunto, che generalmente richiedono competenze e professionalità più elevate. Nell’economia della conoscenza il livello di istruzione degli occupati è un indicatore, anche se ancora approssimato, per valutare le potenzialità di crescita di un sistema economico che derivano dalla sua forza lavoro.

Definizione

La quota di occupati con un determinato livello di istruzione è definita come la percentuale degli occupati che hanno conseguito il titolo considerato. Viene calcolata considerando i titoli di studio 0-6 individuati nella classificazione internazionale sui livelli di istruzione (Isced).

L'Emilia-Romagna nel contesto europeo

Occupati per titolo di studio – Anni 2001 e 2010 (valori percentuali)

graf3_21

Il ritardo dell’Italia emerge evidente, infatti le regioni italiane sono quelle in cui gli occupati con istruzione terziaria sono ai livelli più bassi. In questo contesto nel 2010 la composizione per titolo di studio degli occupati in Emilia-Romagna è allineata ai valori medi nazionali. Il 33,8 per cento degli occupati ha conseguito al più la licenza media inferiore, 15 punti in più della media UE25 per i maschi e 8 per le femmine, il 48,9 per cento un diploma di scuola secondaria di II grado, 1,5 punti in meno  della media UE25 per i maschi e 3,4 in più per le femmine, ed il 17,3 per  cento un titolo di studio universitario, 13 e 11 punti in meno all’UE25 per maschi e femmine rispettivamente. La componente femminile ha dunque un livello di istruzione mediamente più alto, soprattutto per il minor peso della componente con al più un titolo secondario inferiore.

Nel periodo 2001-2010 si osserva un aumento generalizzato del livello di istruzione degli occupati che tuttavia non ha consentito di raggiungere i livelli della maggior parte delle regioni europee, specialmente per la componente maschile.

Comparabilità

Per comparare i livelli di istruzione, a fronte di sistemi molto differenti per durata e articolazioni, l’Unesco ha creato Isced-97 (International Standard Classification of Education). Sono classificati come Isced 0-2 la mancanza di un titolo di studio, l’istruzione primaria e secondaria inferiore, come Isced 3 l’istruzione secondaria superiore, come Isced 4 altri percorsi post-secondari,  e come Isced 5-6 l’istruzione terziaria. Nel  sistema  di struzione  italiano la  classificazione  Isced  corrisponde a: 0-2  nessun  titolo, licenza elementare,  licenza  media; 3  diploma secondario  superiore;  5-6 laurea, master, dottorato.

Occupati per titolo di studio e  sesso  – Anni 2001, 2007 e 2010 (valori percentuali)

 tab3_21

In alcune realtà nazionali esistono percorsi post-secondari, diversi da quelli di istruzione terziaria.

Tabella in Excell

Fonte

Eurostat, Labour Force Survey (LFS)

Altre informazioni

http://www.istat.it/it/archivio/8263

http://epp.eurostat.ec.europa.eu/portal/page/portal/region_cities/regional_statistics/data/database

http://ec.europa.eu/social/main.jsp?catId=119&langId=en

www.uis.unesco.org

 

Scheda in formato pdf

Azioni sul documento
Pubblicato il 15/02/2012 — ultima modifica 22/03/2012
< archiviato sotto: , , >
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it