giovedì 21.09.2017
caricamento meteo
Sections

Le famiglie emiliano-romagnole: quale futuro?

Proiezioni fino al 2035

L’Ufficio di statistica rende disponibili le proiezioni al 2035 su consistenza e struttura delle famiglie.

L’analisi delle famiglie mostra che la loro dimensione media è in diminuzione da oltre quarant’anni, di pari passo con la diminuzione del numero di figli e con l’aumento della propensione a formare famiglia da soli.
Lo scenario di riferimento delle proiezioni di base mostra che la popolazione residente in Emilia-Romagna potrebbe subire solo lievi variazioni numeriche tra 2015 e 2035, a fronte di cambiamenti consistenti nel rapporto tra le generazioni. L
La sostanziale stabilità potrebbe verificarsi per una compensazione tra aumento della popolazione anziana e diminuzione della popolazione giovane.
Incrociando gli andamenti delle varie fasce di popolazione con le tendenze nella variazione delle famiglie possiamo aspettarci che, a parità di scelte abitative, l’aumento in futuro della popolazione anziana si rifletta in un aumento del numero di famiglie di piccole dimensioni (uno o due componenti) a scapito di quelle con dimensioni maggiori.
Le famiglie di uno o due componenti rappresentano oggi circa il 64% delle famiglie residenti in Emilia-Romagna e tra 20 anni il loro peso potrebbe sfiorare il 70%, facendo proseguire la tendenziale diminuzione della dimensione media familiare.

Numero medio di componenti per famiglia. Emilia-Romagna. Anni 2003-2015 e proiezione 2016-2035.

Fonte: elaborazioni su dati Istat – 2003-2015; Regione Emilia-Romagna 2016-2035

Nella stessa direzione va anche il calo, in corso e prospettato per il futuro, per il numero di nati, con il conseguente effetto depressivo sul numero di famiglie composte da una coppia con uno o più figli (famiglie di tre o più componenti).
Questa tipologia ha fatto registrare un calo di quasi il 5% tra le ultime due tornate censuarie: se questo sarà il trend il peso delle famiglie in cui è presente una coppia con figli passerebbe da circa il 32% del 2015 a poco meno del 27% nel 2035.
La proiezione di una diminuzione della popolazione in età giovane-adulta potrebbe pesare in generale sul numero di coppie e, a lungo andare, interrompere il trend di aumento che si osserva per le coppie senza figli (+8% tra i censimenti 2001 e 2011).
A parità di instabilità coniugale nel tempo, le famiglie formate da un solo genitore (che in oltre l’80% di casi è la madre) potrebbero risentire sia della diminuzione dei nati, sia di quella della popolazione giovane e adulta e restare abbastanza stabili nel tempo mantenendo il loro peso attorno all’8% delle famiglie complessive.

Distribuzione percentuale delle famiglie per tipologia. Emilia-Romagna. Anno 2015 e proiezione anni 2025 e 2035

Distribuzione percentuale delle famiglie per tipologia. Emilia-Romagna. Anno 2015 e proiezione anni 2025 e 2035.

Fonte: elaborazioni su dati Istat –2015; Regione Emilia-Romagna 2025-2035

Azioni sul documento
Pubblicato il 27/04/2017 — ultima modifica 27/04/2017
< archiviato sotto: , , >
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it