lunedì 22.10.2018
caricamento meteo
Sections

In Emilia-Romagna, un buon livello di soddisfazione sulle condizioni di vita

Dati ISTAT

Nel 2017, in Emilia-Romagna, molto buona la soddisfazione riguardo la vita, in generale, il 44% degli abitanti dai 14 anni in poi, la considera eccellente. Valori superiori si rilevano per la Valle D’Aosta e la Lombardia ma soltanto di due punti percentuali.  Il valore medio nazionale si attesta al 39,6%, in leggera flessione rispetto al 2016 quando toccava il 41%.                               

Ottima anche la soddisfazione per i rapporti familiari, le relazioni tra amici, e la salute. Il 39% degli abitanti considera molto soddisfacenti le relazioni tra familiari, terza nella graduatoria delle regioni italiane, prima di noi il Trentino Alto-Adige e la Liguria. Il Trentino Alto-Adige è una regione a statuto speciale e ha valori in tutte le dimensioni della qualità della vita molto elevati e non confrontabili con quelli delle altre regioni. Sulla base di questa considerazione, pertanto l’Emilia-Romagna si può considerare seconda regione italiana per la qualità delle relazioni familiari. Molto soddisfacenti le anche le relazioni amicali, per il 28,4% degli abitanti in Emilia-Romagna, il valore percentuale più alto tra le regioni se si esclude il Trentino Alto-Adige.

Molto soddisfacente anche la salute, il 19% degli abitanti la considera tale, appena sotto alla Valle d’Aosta dove la quota è del 19,5%; le prime due regioni italiane nella graduatoria.

L’11% della popolazione in Emilia-Romagna, considera, nel 2017, la propria situazione economica migliorata rispetto all’anno precedente ed è la regione italiana con la quota più alta con notevole distacco da tutte le altre. Inoltre, il 62% degli abitanti considera le proprie risorse economiche adeguate, la seconda regione italiana nella graduatoria, dopo la Lombardia e la Valle d’Aosta con 64,5%. Rispetto al 2016, si rileva una complessiva conferma delle stime sulla percezione della situazione economica di famiglie e individui.

Note non positive, in Emilia-Romagna, per quel che riguarda il tempo libero, solo il 12% dei cittadini è molto soddisfatto e poco più del 51% è abbastanza soddisfatto; peggio, due regioni del nord Italia, il Piemonte e il Veneto, l’Umbria, e tre regioni del Mezzogiorno.

La fiducia negli altri non è particolarmente avvertita in Emilia-Romagna, il 21% della popolazione ritiene che la gente ne sia degna, un valore medio tra le varie regioni italiane; il 77% ritiene che si debba stare molto attenti nei confronti degli altri. Questo spiega anche la bassa percentuale di emiliano romagnoli che ritiene probabile la restituzione del portafoglio smarrito da parte di uno sconosciuto, appena il 12%, mentre sale quasi al 74% da parte di un vicino di casa e all’84% da parte di un membro delle forze dell’ordine.

Le informazioni vengono raccolte annualmente dalla Indagine ISTAT Multiscopo “Aspetti della vita quotidiana”. Per consultare i dati nazionali si veda il rapporto Istat.

Azioni sul documento
Pubblicato il 08/02/2018 — ultima modifica 08/02/2018
< archiviato sotto: , >
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it