martedì 21.11.2017
caricamento meteo
Sections

EL12

Comune di Cesena

Due nuove pubblicazioni

  • Annuario demografico 2016. I principali ambiti di analisi sono: residenti, nati, deceduti, matrimoni, saldo naturale, movimento migratorio, stranieri, struttura della popolazione, famiglie.
  • Atlante delle Statistiche Economiche. Raccoglie una notevole quantità di dati molto dettagliati dell'economia cesenate nel corso degli anni.

Provincia di Parma

Infortuni sul lavoro

Sono isponibili i dati degli infortuni sul lavoro denunciati all'Inail dal 2010.
Rientrano nella categoria degli infortuni denunciati all'Inail sia quelli “in occasione di lavoro”, cioè quelli avvenuti all’interno del luogo di lavoro nell’esercizio effettivo dell’attività, sia gli infortuni “in itinere”, che si verificano invece al di fuori del luogo di lavoro, nel percorso casa-lavoro-casa.

Rapporto annuale 2012 sul sistema scolastico

Il rapporto sulla dispersione scolastica riporta i risultati dell’analisi della coorte di alunni iscritti nelle scuole superiori, seguiti nel loro percorso di studi nel triennio successivo all’iscrizione.
La coorte è composta dai residenti in provincia di Parma nel triennio scolastico: settembre 2009 - giugno 2012.

Il documento sulla prima infanzia riporta la sintesi del sistema prescolare dedicato ai bambini da zero a tre anni nel decennio 2003-2013.

 

Città Metropolitana di Bologna

 Scuole secondarie di II grado: analisi delle iscrizioni e proiezioni per anno scolastico 2017-18

Calano nell'anno scolastico 2017/2017 gli iscritti al primo anno delle scuole superiori, coerentemente con la diminuzione del numero dei residenti di 14 anni.
I licei hanno registrato il più rilevante incremento di iscritti, a cui si è contrapposta la decisa diminuzione negli istituti professionali.

Incidentalità stradale. Gennaio-giugno 2016

Incidenti e persone infortunate nella Città Metropolitana di Bologna. Anticipazione dei dati, parziali e provvisori.

Referendum costituzionale: come hanno votato gli elettori della Città Metropolitana

Il Comune di Bologna ha realizzato delle mappe tematiche relative all'affluenza al voto ed ai risultati a livello delle 18 zone cittadine e dei 55 comuni della Città Metropolitana.

In crescita il mercato immobiliare

Il 2015 ha consolidato la tendenza positiva delle compravendite già emersa nel 2014. Il numero di transazioni immobiliari nel 2015 è cresciuto rispetto all'anno precedente del +4,2% nel comune di Bologna e del +11% negli altri comuni dell'area metropolitana.
Il primo semestre 2016 conferma questo andamento del mercato in tutto il territorio dell'area metropolitana (+24,7% l'aumento delle compravendite del I semestre 2016 rispetto al I semestre 2015).

Provincia di Ravenna

La scuola. Anno scolastico 2015/2016

Online dall'ufficio di statistica i dati sulla scuola nell'anno scolastico 2015/2016.

 

 Camere di Commercio provinciali 

 Piacenza 

 


Parma 

Rapporto annuale sulle previsioni occupazionali e i fabbisogni occupazionali delle imprese (indagine Excelsior).  Il saldo occupazionale, dopo quattro anni di segno negativo, torna positivo: è previsto un saldo fra assunzioni e dimissioni di 650 unità in più: un'inversione di tendenza importante.  Complessivamente verranno assunte 110 persone ogni 100 in uscita. Il 21,0% delle imprese prevede di assumere personale. Cresce sensibilmente la domanda delle qualifiche professionali (dal 16,9% al 20,1%), mentre cala quella dei laureati (dal 16,1% al 13,8%). nella pagina della Camera di Commercio provinciale si può consultare il Rapporto per Parma, le Slide di presentazione ed il rapporto nazionale.  

     Informazioni sull'indagine.

 

Reggio Emilia

 

Modena

  • Export in crescita: +2,1.  Gli Stati Uniti, da anni in costante aumento, cambiano direzione e calano insieme ai Paesi Bassi. In forte ripresa, Spagna, Austria e il Regno Unito.

     Per quanto riguarda la provincia di Modena la maggioranza delle imprese dichiara invariata la  

      propria necessità di credito, in una percentuale del 69% nell'industria manifatturiera e del 78%

      nel commercio.

     favorevole per i settori alimentare e metalmeccanico. In ripresa il tessile-abbigliamento.

 

Bologna

  • Da due anni tutti i valori dell’industria manifatturiera bolognese sono positivi, ma se si registra un rallentamento. Luci e ombre per packaging, metalmeccanica e elettronica. Battuta d'arresto per l’artigianato.  Bene le vendite al dettaglio. Rapporto congiunturale e slide
  • Il lavoro a Bologna. Forze di lavoro, occupati, disoccupati, inattivi, tassi di attività, occupazione, a Bologna e nelle altre città metropolitane. Medie anni 2005-2015

 

Forlì-Cesena

 

Rimini

    I dati relativi al 3° trimestre 2016 mostrano un'economia riminese caratterizzata da una ripresa del

    settore manifatturiero e dai cali nell’edilizia e nel commercio (vendite).

 

Azioni sul documento
Pubblicato il 19/12/2016 — ultima modifica 21/12/2016
Informativa sulla privacy

INFORMATIVA per il trattamento dei dati personali per il servizio NEWSLETTER (ai sensi del D. Lgs. N. 196/2003)

1. Premessa
Ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. n. 196/2003 - "Codice in materia di protezione dei dati personali" (di seguito denominato "Codice"), la Regione Emilia-Romagna, in qualità di "Titolare" del trattamento, è tenuta a fornirle informazioni in merito all'utilizzo dei suoi dati personali.
Il trattamento dei suoi dati per lo svolgimento di funzioni istituzionali da parte della Regione Emilia-Romagna, in quanto soggetto pubblico non economico, non necessita del suo consenso.

2. Fonte dei dati personali
La raccolta dei suoi dati personali viene effettuata registrando i dati da lei stesso forniti, in qualità di interessato, al momento della iscrizione all'iniziativa denominata Newsletter Statistica dell'Emilia-Romagna.

3. Finalità del trattamento
I dati personali sono trattati per le seguenti finalità:
a) invio della Newsletter
b) realizzare indagini dirette a verificare il grado di soddisfazione degli utenti sui servizi offerti o richiesti
c)raccogliere notizie e opinioni da inserire nella newsletter medesima e attivare un canale di comunicazione istituzionale

Per garantire l'efficienza del servizio, la informiamo inoltre che i dati potrebbero essere utilizzati per effettuare prove tecniche e di verifica.

4. Modalità di trattamento dei dati
In relazione alle finalità descritte, il trattamento dei dati personali avviene mediante strumenti manuali, informatici e telematici con logiche strettamente correlate alle finalità sopra evidenziate e, comunque, in modo da garantire la sicurezza e la riservatezza dei dati stessi.
Adempiute le finalità prefissate, i dati verranno cancellati o trasformati in forma anonima.

5. Facoltatività del conferimento dei dati
Il conferimento dei dati è facoltativo, ma in mancanza non sarà possibile:
a) invio della Newsletter
b) realizzare indagini dirette a verificare il grado di soddisfazione degli utenti sui servizi offerti o richiesti
c)raccogliere notizie e opinioni da inserire nella newsletter medesima e attivare un canale di comunicazione istituzionale

6. Categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di Responsabili o Incaricati
I suoi dati personali potranno essere conosciuti esclusivamente dagli operatori del Servizio Controllo strategico e statistica
della Regione Emilia-Romagna, individuati quali Incaricati del trattamento.
Esclusivamente per le finalità previste al paragrafo 3 (Finalità del trattamento), possono venire a conoscenza dei dati personali società terze fornitrici di servizi per la Regione Emilia-Romagna, previa designazione in qualità di Responsabili del trattamento e garantendo il medesimo livello di protezione.

7. Diritti dell'Interessato
La informiamo, infine, che la normativa in materia di protezione dei dati personali conferisce agli Interessati la possibilità di esercitare specifici diritti, in base a quanto indicato all'art. 7 del "Codice" che qui si riporta:

1. L'interessato ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati,  e la loro comunicazione in forma intelligibile.
2. L'interessato ha diritto di ottenere l'indicazione:
a) dell'origine dei dati personali;
b) delle finalità e modalità del trattamento;
c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;
d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'art. 5, comma 2;
e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.
3. L'interessato ha diritto di ottenere:
a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;
b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.
4. L'interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:
a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.

8. Titolare e Responsabili del trattamento
Il Titolare del trattamento dei dati personali di cui alla presente Informativa è la Regione Emilia-Romagna, con sede in Bologna, Viale  Aldo Moro  n. 52, cap 40127.
La Regione Emilia-Romagna ha designato quale Responsabile del trattamento il direttore generale alle risorse finanziarie e strumentali. Lo stesso è responsabile del riscontro, in caso di esercizio dei diritti sopra descritti.

Al fine di semplificare le modalità di inoltro e ridurre i tempi per il riscontro si invita a presentare le richieste, di cui al precedente paragrafo, alla Regione Emilia-Romagna, Ufficio per le relazioni con il pubblico (Urp), per iscritto o recandosi direttamente presso lo sportello Urp.

L'Urp è aperto dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 in Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna (Italia): telefono 800-662200, fax 051-4689664, e-mail urp@regione.emilia-romagna.it.

Le richieste di cui all'art.7 del Codice comma 1 e comma 2 possono essere formulate anche oralmente.

Iscrizione alla newsletter
Iscrivendoti confermi di avere preso visione dell'informativa sulla privacy
(Obbligatorio)
 
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it