Reddito disponibile pro-capite: Emilia-Romagna al secondo posto

Conti economici territoriali 2018

L’Istituto nazionale di statistica ha diffuso i dati dei conti economici territoriali relativi al 2017, coerenti con i dati nazionali pubblicati a settembre 2018.

Nel 2017 in Emilia-Romagna il prodotto interno lordo per abitante risulta pari a 35,3mila euro, contro una media di 34,3 mila euro nel Nord-est e di 28,5 mila in Italia. Nella graduatoria regionale, l’Emilia-Romagna si colloca al 4° posto, dopo la Provincia autonoma di Bolzano, la Lombardia e la Provincia autonoma di Trento.

Se si considera il Pil in volume (calcolato a valori concatenati), nel 2017, si registra un incremento dell’1,8% rispetto all’anno precedente, in linea con il dato del Nord est e più marcato del dato nazionale. In Emilia-Romagna, la crescita del prodotto interno lordo si accompagna ad una dinamica positiva sia della spesa per consumi finali delle famiglie, aumentata del 2%, sia dell’input di lavoro complessivo, misurato in termini di numero di occupati, che cresce dell’1,1%.

Il confronto con il 2011 mette in evidenza un andamento positivo per tutti gli aggregati, seppure estremamente modesto: il Pil regionale in volume segna un incremento medio annuo dello 0,2% accompagnato da una crescita analoga dei consumi delle famiglie e dello 0,1% degli occupati.

Il valore aggiunto dell’Emilia-Romagna deriva in minima parte dall’agricoltura (2,5%) mentre l’industria e i servizi contribuiscono, rispettivamente, per il 30,9% e per il 66,7%. Nel panorama nazionale, l’Emilia-Romagna si conferma tra le regioni con la quota più elevata di valore aggiunto dell’industria in senso stretto.

Nella graduatoria provinciale, Bologna è la terza provincia più ricca in termini di valore aggiunto per abitante prodotto nel 2016, con circa 35,5 mila euro, preceduta da Milano e Bolzano. Tra i primi posti per livello di valore aggiunto pro capite, figurano anche Modena (4°), Parma (7°) e Reggio Emilia (9°).

La graduatoria delle regioni per livello di reddito disponibile pro capite nel 2017 vede l’Emilia-Romagna al secondo posto, con 22,5mila euro, preceduta solo dalla Provincia Autonoma di Bolzano.

 

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?

Piè di pagina