Sono 366.862 le imprese attive nel 2017 in Emilia-Romagna.

In aumento gli addetti, in particolare nel settore dell'alloggio e ristorazione. Dati Istat - Archivio Statistico delle Imprese Attive (ASIA).

Nel 2017 le imprese emiliano-romagnole attive nell’industria e nei servizi sono 366.862 e occupano quasi un milione e seicento mila addetti. Il 29% degli addetti lavora nell’industria in senso stretto, il 7% nelle costruzioni, il 33% nel settore che comprende commercio, trasporti e alberghi, e il 31% negli altri servizi.

Rispetto al 2016 il numero delle imprese è in leggera flessione, -0,3%, mentre crescono del 2,1% gli addetti. Aumenta di conseguenza la dimensione media delle imprese emiliano-romagnole.

A livello settoriale risultano in sofferenza le costruzioni, mentre le attività manifatturiere, a fronte di una contrazione del numero di imprese (-1,5%), contano un maggior numero di occupati (+1,2%). Le dinamiche maggiormente positive si hanno in alcuni settori dei servizi, soprattutto nelle attività di alloggio e ristorazione, nelle attività artistiche e di intrattenimento e nell’istruzione. Nel settore dei servizi le uniche note negative provengono dalle attività immobiliari.

A livello nazionale la situazione è leggermente più positiva, con le imprese attive in aumento dello 0,2% e gli addetti del 2,2%.

Disponibili in formato csv i dati (2.7 KB) per settore produttivo riferiti all'Emilia-Romagna e all'intero territorio nazionale per gli anni 2016 e 2017.

I dati sulla struttura delle imprese e dell’occupazione sono di fonte Istat e derivano dall’Archivio Statistico delle Imprese Attive (ASIA): si riferiscono alle imprese dei settori industriali, commerciali e dei servizi che hanno svolto un’attività produttiva per almeno sei mesi nell’anno di riferimento. I valori degli addetti sono calcolati in media annua.

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?

Piè di pagina