Newsletter - Luglio 2022

La newsletter è curata dall'Ufficio di Statistica della Regione Emilia-Romagna.

Per newsletter luglio 2022

Lago di Ridracoli (FC) - Foto di Cinzia Pasquinelli


Notizie dalla Regione

Il turismo in Emilia-Romagna nei primi due anni di pandemia

Nel 2020, per effetto della crisi pandemica, le presenze turistiche in Emilia-Romagna sono crollate del 44,9% rispetto all'anno precedente. Nel corso del 2021 le presenze turistiche sono tornate a crescere, raggiungendo quota 30.814.989 (+38,6% rispetto al 2020). La ripresa non ha però permesso il recupero dei livelli prepandemia. Rispetto al 2019 infatti le presenze turistiche sul territorio emiliano-romagnolo sono ancora inferiori del 23,6%. La contrazione del flusso turistico ha riguardato soprattutto gli stranieri, con un saldo negativo 2019-2021 del 48,0%. Mancano in primis quelli provenienti da Cina, Russia e Regno Unito, praticamente assenti anche nel 2021, a fronte del rilancio, dopo il primo anno di emergenza sanitaria, del turismo dai Paesi UE come Germania e Francia. Per i turisti italiani il passivo è del 15,0%. Particolarmente penalizzate le località termali e i grandi comuni (caratterizzati da un turismo di tipo “business”). La riduzione del flusso turistico è stata più contenuta in collina e in Appennino, dove prevale un turismo all'aria aperta e dove la ricettività di tipo extra-alberghiero consente più facilmente il distanziamento. In una situazione intermedia si trovano le località rivierasche, che continuano a rappresentare quasi i tre quarti dei pernottamenti turistici in Emilia-Romagna. Elaborazioni su dati Istat.



Notizie da Istat

Aggiornata la classificazione delle professioni

A partire dal primo gennaio 2023, l'Istat adotterà la classificazione delle professioni CP2021, frutto di un lavoro di revisione e aggiornamento della precedente versione CP2011, necessario ogni dieci anni per tenere conto dei cambiamenti che intervengono nel mercato del lavoro. Si tratta di uno strumento condiviso, utilizzato da numerose amministrazioni, per rappresentare, comunicare, diffondere e scambiare dati statistici e amministrativi sulle professioni, comparabili a livello nazionale e internazionale. Tra le modifiche strutturali vi è la revisione delle professioni svolte nella PA, condotta in accordo con il Dipartimento per la Funzione Pubblica, l'Aran, il MEF e il Formez. Inoltre, le professioni dell'ICT sono state inserite in un gruppo separato, al fine di garantire una rappresentazione più fedele di un settore che, in questo momento storico, riveste un ruolo fondamentale nei processi di digitalizzazione. Istat ribadisce che la CP2021 è uno strumento da utilizzare per scopi statistici, che serve a ricondurre tutte le professioni esistenti nel mercato del lavoro all'interno di un numero limitato di raggruppamenti professionali e che, in nessun caso, può essere usata per legittimare o regolamentare le professioni.


La geografia delle Aree Interne nel 2020

Istat pubblica la Mappa delle Aree Interne, uno strumento che guarda all'intero territorio italiano nella sua articolazione a livello comunale. I comuni con un'offerta congiunta di tre tipologie di servizio (salute, istruzione e mobilità) sono denominati Poli o Poli intercomunali. Gli altri comuni sono classificati, in base alla loro distanza da questi Poli (in termini di tempi medi effettivi di percorrenza stradale), in quattro fasce a crescente distanza relativa, ovvero Cintura, Intermedi, Periferici, Ultraperiferici: si tratta di realtà con un potenziale maggior disagio nella fruizione di servizi. I comuni classificati come Intermedi, Periferici e Ultraperiferici rappresentano l'insieme delle Aree Interne, connotate per un'organizzazione spaziale fondata su “centri minori”, spesso di piccole dimensioni, che, in molti casi, sono in grado di garantire ai residenti soltanto una limitata accessibilità ai servizi essenziali. Tra i comuni dell'Emilia-Romagna, nel 2020, vi sono 16 Poli e 151 Cinture. Fanno parte invece di un'Area Interna 161 comuni (quindi poco meno della metà dei comuni totali, per una superficie del 54%); di questi ultimi 82 sono Intermedi, 61 Periferici e 18 Ultraperiferici. Nelle Aree Interne vive il 22% della popolazione emiliano-romagnola (dato 2020) e lavora il 18% degli addetti alle unità locali sul territorio emiliano-romagnolo delle imprese di industria e servizi (dato 2019).


Basi geografiche dei collegi elettorali

Sono state diffuse le basi geografiche dei vigenti collegi elettorali per l'elezione dei rappresentanti parlamentari, come definiti nel decreto legislativo 23 dicembre 2020, n. 177, recante «Determinazione dei collegi elettorali uninominali e plurinominali per l'elezione della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica, a norma dell'art. 3 della legge 27 maggio 2019, n. 51». I collegi sono stati determinati dal Governo avvalendosi di una Commissione di esperti presieduta dal presidente dell'Istat e che ha visto il supporto tecnico-scientifico di Istat. Le basi geografiche sono aggiornate alla geografia amministrativa alla data della pubblicazione, sono disponibili in formato vettoriale per sistemi informativi geografici shapefile e corredate dei metadati descrittivi.


Presentato il Rapporto Annuale

Grazie alla crescita record nel 2021 (+6,6%), il Pil dell'Italia è tornato sui livelli di fine 2019. Tuttavia, dalla seconda metà del 2021 lo scenario internazionale si è gradualmente deteriorato per effetto di strozzature dal lato dell'offerta, di consistenti spinte inflazionistiche, di mutamenti nella politica monetaria, anche in relazione alla attuale crisi geopolitica. Le prospettive di crescita mondiali per il prossimo biennio sono così peggiorate e quelle per l'Italia, pur restando positive, sono in decelerazione. L'emergenza sanitaria ha modificato le abitudini della popolazione, con un impatto rilevante sui vari aspetti della quotidianità e alcuni cambiamenti negli stili di vita sembrano persistere e potrebbero durare nel tempo. L'Italia si posiziona fra i paesi UE dove più marcata è stata la riduzione degli occupati tra il 2019 e il 2020, e il rilancio del mercato del lavoro nel 2021 meno intenso. Nella Pubblica Amministrazione, la pandemia ha rappresentato un importante fattore di accelerazione del processo di digitalizzazione, soprattutto per la fornitura di servizi di e-government e per la diffusione del lavoro agile. L'accesso ai servizi digitali da parte dei cittadini ha sperimentato un vistoso incremento. D'altra parte, la pandemia ha fatto emergere criticità del sistema paese presenti da tempo e ha reso necessario velocizzare alcuni processi quali la transizione green, ma anche la modernizzazione della Pubblica Amministrazione italiana: obiettivi particolarmente sfidanti del PNRR. Disponibili sintesi del Rapporto, infografiche, registrazione dell'evento di presentazione.



Notizie dal territorio

Il verde urbano nel comune di Bologna

Nel 2020 i residenti nel comune di Bologna hanno a disposizione mediamente 21,9 metri quadrati di verde urbano a testa. Quasi la metà di questo è rappresentato dai grandi parchi della città, un quarto dalle aree di arredo cittadine. A Bologna il verde urbano occupa il 6,1% della superficie comunale, contro il 2,8% rilevato nel complesso dei capoluoghi di provincia in Italia. Infografica curata dall'Ufficio di Statistica del comune di Bologna su dati Istat (dati ambientali nelle città).


Le imprese reggiane nel secondo trimestre 2022

Nel trimestre aprile-giugno 2022 le imprese registrate alle Camere di Commercio in provincia di Reggio Emilia salgono a 54.755 unità. Torna a essere infatti positivo il bilancio tra nuove iscrizioni al registro camerale e cessazioni d'attività, dopo un primo trimestre segnato da un lieve calo (10 unità in meno). Il saldo del periodo aprile-giugno, infatti, evidenzia la presenza di 285 aziende in più e si presenta come il più alto degli ultimi 10 anni per quanto riguarda i secondi trimestri di ciascun anno (787 nuove iscrizioni a fronte di 502 imprese che hanno espresso la volontà di non proseguire l'attività). Il numero delle imprese reggiane si riporta così leggermente al di sopra di quello del periodo pre-covid. Il settore trainante è quello delle costruzioni mentre sono in lievissima flessione commercio e alloggio-ristorazione. L'analisi è dell'Ufficio Studi della Camera di Commercio di Reggio Emilia.



Abbiamo aggiornato

Dati provvisori mensili sulla domanda turistica fino a maggio 2022.



I prossimi appuntamenti

Festival della Statistica e della Demografia 2022 - Treviso, 15-18 settembre

StatisticAll è il Festival della Statistica e della Demografia, promosso dalla Società Italiana di Statistica (SIS), dalla Società Statistica ‘Corrado Gini' e dall'Istituto Nazionale di Statistica (Istat). Il festival ritorna a settembre, a Treviso, con talk, interviste e momenti di approfondimento che avranno come focus la demografia e il rapporto generazionale, declinati sotto vari aspetti. Il titolo di questa edizione è: “Per un ritorno al futuro – Il debito demografico e la solidarietà intergenerazionale in una società longeva”.


Agenda completa




Informativa per il trattamento dei dati personali per il servizio "Newsletter del Portale di Statistica - Regione Emilia-Romagna"

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/07/31 13:10:00 GMT+2 ultima modifica 2022-07-31T19:08:55+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?

Piè di pagina