Archivio statistico delle imprese attive

L’Archivio Statistico delle Imprese Attive (Asia) è un registro di imprese e unità locali aggiornato annualmente da Istat attraverso un processo di integrazione di fonti amministrative e statistiche. Asia include tutte le unità economiche che esercitano arti e professioni nei settori dell’industria e dei servizi e fornisce informazioni identificative e di struttura di tali unità. Si considerano attive le imprese che hanno svolto un’effettiva attività produttiva per almeno sei mesi nell’anno. Dal 2011 sono state introdotte alcune innovazioni metodologiche e definitorie grazie alle quali si è ottenuto un miglioramento della qualità delle informazioni. Queste migliorie hanno portato però all’interruzione delle serie storiche, limitando le possibilità di confronto tra i dati precedenti e successivi al 2011.

Caratteristiche dell'archivio

L’Archivio Statistico delle Imprese Attive (ASIA), realizzato dall’Istat e aggiornato annualmente, nasce nel 1996 in accordo con i regolamenti e le linee guida definite dall’Unione europea.
Il registro ASIA è costituito dalle unità economiche che esercitano arti e professioni nelle attività industriali, commerciali e dei servizi alle imprese e alle famiglie e fornisce informazioni identificative (denominazione e indirizzo) e di struttura (attività economica, addetti dipendenti e indipendenti, forma giuridica, data di inizio e fine attività, fatturato) di tali unità.
Dal 2004 Istat ha implementato il registro delle unità locali.
L’Istat considera attive solo le imprese che hanno svolto un’effettiva attività produttiva per almeno sei mesi nell’anno.
Gli archivi Asia individuano l’insieme delle imprese e delle unità locali ed i relativi caratteri statistici integrando informazioni desumibili sia da fonti amministrative, gestite da enti pubblici o da società private, sia da fonti statistiche. Le informazioni di fonte amministrativa, dopo essere state sottoposte ad un processo di normalizzazione e standardizzazione, che trasforma le unità e i caratteri amministrativi in unità e variabili statistiche, sono integrate fra loro.


Definizione delle unità statistiche

L’impresa è l’unità centrale per la realizzazione delle statistiche economiche e la definisce come “la più piccola combinazione di unità giuridiche, che costituisce un’unità organizzativa per la produzione di beni e servizi che fruisce d’una certa autonomia decisionale. In particolare per quanto attiene alla destinazione delle sue risorse correnti. Un’impresa esercita una o più attività in uno o più luoghi.
Un’impresa può corrispondere a una sola unità giuridica”.
Secondo questa definizione sono considerati impresa anche i lavoratori autonomi e i liberi professionisti.
Sempre secondo il regolamento, “l’unità locale corrisponde ad un’impresa o a parte di essa situata in un luogo topograficamente identificato.
In tale luogo, o a partire da esso, una o più persone svolgono (lavorando eventualmente a tempo parziale) delle attività economiche per conto di una stessa impresa”.

La sede d’impresa può essere solo amministrativa o amministrativa e operativa e può essere diversa dalla sede legale. L’attività economica, classificata in base all’Ateco, è la combinazione di risorse, quali attrezzature, manodopera, tecniche di fabbricazione, reti di informazione, o di prodotti, che porta alla creazione di specifici beni o servizi. Imprese ed unità locali sono distinte in base all’attività economica esclusiva o principale, secondo il criterio della prevalenza. Secondo la classificazione Ateco 2007 sono escluse dal campo di osservazione ASIA le attività economiche relative a: agricoltura, silvicoltura e pesca (sezione A), amministrazione pubblica e difesa; assicurazione sociale obbligatoria (sezione O), attività di organizzazioni associative (divisione 94), attività di famiglie e convivenze come datori di lavoro per personale domestico; produzione di beni e servizi indifferenziati per uso proprio da parte di famiglie e convivenze (sezione T), organizzazioni ed organismi extraterritoriali (sezione U), le unità classificate come istituzioni pubbliche e istituzioni private non profit. Per addetti (o persone occupate) si intendono i lavoratori dipendenti e indipendenti che esercitano un’attività a tempo pieno e a tempo parziale nell’impresa. Le persone occupate sono calcolate in termini di media annua, pertanto i valori relativi agli addetti non sono numeri interi e derivano dalla somma dei lavoratori dipendenti medi e degli indipendenti medi.

Modifiche dal 2011

In occasione del Censimento industria e servizi 2011 anche l’Archivio Statistico delle Imprese Attive Asia, di fonte Istat, è stato interessato da alcuni cambiamenti nelle metodologie e nelle definizioni. In particolare sono state introdotte importanti innovazioni nel processo di aggiornamento del registro e nella stima dei caratteri delle imprese, utili ad aumentare la qualità delle informazioni diffuse, con un significativo miglioramento nella futura tempistica di diffusione dei dati (http://www.istat.it/it/archivio/106814).

Queste migliorie hanno tuttavia portato all’interruzione delle serie storiche di Asia, limitando le possibilità di confronto dei dati dal 2011 con quelli delle annualità precedenti. Per questo motivo nelle tavole e nei dataset presenti o scaricabili sul portale di statistica della Regione Emilia-Romagna si è scelto di implementare due “spazi” ben distinti; nel primo è possibile reperire i dati su imprese e unità locali delle imprese per gli anni dal 2007 al 2010, mentre il secondo è dedicato a quelli dal 2011 in poi.

Azioni sul documento

pubblicato il 2017/07/10 13:45:00 GMT+1 ultima modifica 2017-07-10T15:44:00+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?

Piè di pagina