Popolazione residente

L’ammontare della popolazione, la sua struttura per età e la sua evoluzione costituiscono una base fondamentale imprescindibile per la conoscenza di un territorio e per l’implementazione di politiche di welfare, di crescita sostenibile, di mobilità.
Le informazioni sulla popolazione e le ricadute che queste hanno in altri settori diventano strategiche soprattutto in un periodo di grandi trasformazioni demografiche come quello attuale.

Definizione

Per ciascun territorio (Comune/Provincia/Stato/Nuts...) è costituita dalle persone aventi dimora abituale nel territorio, anche se alla data considerata sono assenti perché temporaneamente presenti in altro territorio italiano o all'estero.

L’Emilia-Romagna nel contesto europeo

Data di aggiornamento: marzo 2021

Comparabilità

In ambito europeo le fonti da cui si deriva il dato della popolazione residente sono diverse.
Alcuni paesi possiedono un registro della popolazione residente che viene continuamente aggiornato cancellando o iscrivendo le persone che ne escono o vi entrano per morte, nascita o migrazione.

In Italia il dato sulla popolazione residente si ricava dalle anagrafi comunali.  Istat rileva il dato di fonte anagrafica aggiornandolo al 31 dicembre di ogni anno.
In altre realtà l’ammontare della popolazione residente viene ricavata partendo dal censimento e considerando i vari movimenti della popolazione attraverso altri registri non anagrafici (per esempio stato civile, registro sanitario).

Eurostat, con regolamenti europei e accordi con i vari Paesi, fa da garante per la correttezza e comparabilità dei dati pubblicati, utilizzando apposite metodologie statistiche per rendere la documentazione confrontabile.

L’età considerata è in anni compiuti.

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?

Piè di pagina